Musicisti si nasce o si diventa?

Chi ha spiccate abilità musicali deve ringraziare il suo DNA, o anni di studio faticoso? Un ampio studio fa il punto sulle conoscenze in fatto di musica e genetica.Un articolo di revisione di ricercatori australiani e canadesi  fa il punto della situazione sulle conoscenze in materia.

I ricercatori indagano i legami tra musica e geni attraverso varie tecniche, da l’analisi dell’associazione statistica tra una certa abilità musicale e varianti genetiche, agli studi sui gemelli (le caratteristiche condivise dai gemelli identici hanno maggiori probabilità di essere “ereditarie” rispetto a quelle condivise da gemelli non identici).

Per quanto riguarda la misura in cui i geni influiscano sulle abilità musicali «Probabilmente non c’è una risposta diretta» dice Yi Ting Tan, principale autrice dello studio. «È probabile che diversi geni o combinazioni di geni abbiano impatto su tipi differenti di abilità musicali». Il cromosoma 8 sembra implicato per esempio nell’orecchio assoluto. Il cromosoma 4 sembra coinvolto nella percezione musicale, in particolare nella capacità di distinguere l’altezza dei suoni e nella capacità di intonazione nel canto.

Due geni in particolare, poi, pare interagiscano tra loro nel produrre una spiccata attitudine alla musica. Uno ha a che fare con una buona capacità di percezione delle melodie, l’altro è stato associato alla memoria musicale e alla partecipazione ai cori. Questo solleva l’interessante possibilità di una sovrapposizione tra le basi neurobiologiche delle funzioni musicali e del comportamento sociale: chi ha buon orecchio è anche predisposto alla socializzazione?

Link:

http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fpsyg.2014.00658/full

http://loop.frontiersin.org/people/153592/overview

http://loop.frontiersin.org/people/72972/overview